La casa incendiata in fondo al bosco

era affollata di puttane e usurai

c’è chi dice “è stato un tipo losco”

chi che si erano cacciati nei guai.



L’esercito non si è ancora visto

le indagini stanno a zero

trecento spartani in un posto

così sono uno spreco per davvero.



Non c’è più acqua alle fontane

e Chiara non è più tornata

era andata via con delle gitane

nel giorno che trovarono la fata.



C’è poi la storia dell’espiazione

per lo specchio rotto da quel matto

tu pensi che non c’è più religione

io dico che ormai il più è fatto.



C’è da resistere cent’anni in questo stato

senza cedere al fascino dell’utopia

Platone in carne ossa è disoccupato

e campa vendendo libri di filosofia.



Già molto è stato azzerato

i sogni sono nella spazzatura

c’è un papa che fa lo scapestrato

e un monarca che vive all’avventura.



Le immagini della televisione

sono già nel profondo del mare

per i pesci sono una delusione

non un traguardo da festeggiare.


Mi guardi per l’ultima volta

c’è la città che si consola

ma la tua coscienza è assolta

e io non ho alcun nodo alla gola.




1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: mybackpages  

Questo autore ha pubblicato 326 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Hera
+1 # Hera 18-07-2016 09:13
Io direi che se siamo in questo stato, è proprio perchè nessuno legge più Platone o altri grandi della filosofia. Decadence culturale... è la fine dell'uomo... così stiamo facendo perfettamente il gioco del potere... Grande amarezze ci aspettano! Comunque grazie per il grande spunto di riflessione che hai offerto e c'e ne sarebbero tanti altri nella tua poesia......... ..........HERA
Silvana Montarello*
# Silvana Montarello* 21-07-2016 15:18
Grande riflessione, in questo mondo dove i sogni non esistono più, profonda riflessione, ciao.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.