L’universo è dentro me
quando la notte denudo
e so di non essere solo.
Sento sorridere gli occhi
ubriachi della tua presenza,
di quel vedere che ci sei.

Non voglio lune incredibili
né stelle piegate ai capricci
o astri dai colori impossibili.
Mi basti come acqua alla sete,
colma dimensione del fresco
in attesa di riaccostar le labbra.

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Aurelio Zucchi*   Sostenitore del Club Poetico dal 04-03-2020

Questo autore ha pubblicato 300 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Ibla
# Ibla 02-02-2019 00:56
La trovo davvero molto bella.
La vedrei bene insieme a una rosa rossa come regalo di San Valentino alla tua donna.
Ciao da Ibla.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.