Non posso farci nulla
se per queste strade
il mio pensiero che ti sfiora
ti colpisce, ti atterra.
Il freddo che in cuore sento
lo butto via, lontano da me.
Sentirsi come un biglietto
dentro una fontana
spezzato, ridotto in briciole
e se lo portano via
i buchi d'acqua
l'inchiostro si scolora
nitida sto sul filo della corrente.
Il silenzio che dicono vita
(piccoli passi, luce elettrica, fotocellule)
mi accompagna.
Non c'è più la tua voce, primavera benigna
che mi fa fiorire
caldo te, tenere pupille non sento.
Non vedo...come potrà finire.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Laura Bocci  

Questo autore ha pubblicato 62 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Tonino Fadda
# Tonino Fadda 11-04-2022 18:24
Innocenze di un anima onesta e pulita, interessante intelligente e sottile la tua solitudine ma offrila volentieri al miglior prezzo tu meriti ben altro con stima Tonino
Laura Bocci
# Laura Bocci 12-04-2022 04:14
Grazie Tonino per le belle e sentite parole. Con stima Laura
Luca
# Luca 21-03-2023 18:47
E' così che nasce una poesia, una emozione, un sentimento.
Mi piace molto.
Brava.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.