Il sol pensiero di quelle carezze,
ognuna una ferita profonda,
ognuna una pugnalata nel petto.
Immagino le tue mani audaci
su ogni frammento di pelle,
su quel corpo non mio e muoio.
Muoio, uccidendo i pensieri
che si perdono dove ti perdi,
si annientano dove tu rivivi.
Muoio quando chiudo gli occhi
per questo film che persiste
negli attimi di fantasia e follia.
Muoio per una verità che fa male,
da tempo nascosta dietro alle bugie
nascosta dai tuoi rimorsi,
nascosta da mancate parole e
dagli sguardi ormai assenti tra noi.
Al sol pensiero di quelle mani
che una volta sfioravano me
e che adesso non sento più mie
mi assale l'inverno nell'anima.
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Clorinda Borriello  

Questo autore ha pubblicato 281 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Inconsapevoli mancanze 

radicate nelle persone

una volta capite portano

verso il preludio di nuovi

percorsi sul grande cammino

 

dicevi di aver imparato

dai nostri errori e mentre parlavi

vedevo già la loro lista

scorrere davanti agli occhi

un fiume scuro di immagini

senza forma e parole

che accusavano senza capire

 

consapevole dei nostri difetti

li conservo tutti dentro una scatola

non voglio disperderli

erano i fili che muovevano

i nostri desideri

erano loro che ci facevano crescere

erano loro che rendevano interessante

perdersi nel sentiero dell’incoscienza    

per ascendere verso la pienezza delle nostre vite.

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Enrico Barigazzi  

Questo autore ha pubblicato 100 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Mi piace

guardarti

quando ti sciogli

i capelli

Ti ricordi

lo facevi

anche un tempo

quando ancora

ragazzina

giocavi con la brezza

e la tua chioma

si perdeva

dentro il biondo

del frumento

I tuoi capelli

adesso

hanno l’argento degli anni

Mi piace

guardarti

ancora e sempre

quando li sciogli

nell’oro del tramonto

che t’illumina d’incanto

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Antonio Girardi  

Questo autore ha pubblicato 26 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Lo senti il mare;
Impetuoso e rilassante nel medesimo istante.
Così è l'amore;
Fatica, sorpresa, gioie e pace del cuore,
Come onde al ritmo del pendolo,
ti porta avanti;
Ti sorregge, ti trascina verso il fondo,
Ma alla fine ti accompagna verso la spiaggia.
Aspetto l'onda che verrà,
Mi preparo,
Ma ancora in lontananza vedo la piatta calma dell'oceano.
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Lava  

Questo autore ha pubblicato 11 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Lontano, 
in fondo al cuore, 
lui,là. 

È Stato un bellissimo
ERRORE, 
tanto tempo fa. 

Ogni tanto riaffiora, 
ma la mia vita è un'altra, 
qui.
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Morgana  

Questo autore ha pubblicato 154 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Lascia che ti sfiori il mento

con la mano che abbandona i tasti

in questo sabato pomeriggio

di luglio inoltrato.

Delle volte può succedere che basti,

tesoro, quel che non è proprio un bacio.

Chiudi gli occhi, sarà un viaggio vivere

la normalità: quella di lotte al solletico

e baci sulla porta, di mattine incazzate

e mani strette… finché c’è da stringere.

 

…e stringi, stringi finchè c’è respiro.

Stringi forte amore,

ch’io non possa più fuggire.

Perché si resta in un abbraccio,

nei più dolci legami fatti di dita e sudore.

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: MastroPoeta  

Questo autore ha pubblicato 507 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Da bimbo vidi mia madre infelice
e spesso incline ad un dirotto pianto.
Fu quindi triste quel volto da attrice,
eppur lo sguardo suo piaceva tanto,

poiché come il gran mare era turchese.
La sua natura riservata e schiva, 
dal male della gente la difese.
Come una fiera in gabbia lei pativa

in un luogo in cui il sole era un miraggio,
l’assenza del calor della famiglia.
O presto da sposata, con coraggio,
lontano andò con la diletta figlia

e col marito al tempo militare!
Ma sempre aveva in mente il suo paese
ove credeva un giorno di abitare.
Festa era quando tornava ogni mese

Dai genitori e da quella sorella
che molto amava perché divertente!
Insieme a loro la vita era bella:
come brillava di gioia il suo ambiente!

Or la famiglia a terra giace morta
e la mia mamma vive nel dolore.
Mio padre nel suo borgo ancor la porta
e lei ai defunti dona qualche fiore.

 

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Paolo Alessandro Coscione  

Questo autore ha pubblicato 2 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Ti ho amata
e ti amo
fino a carezzare l'impossibile.
Di più non posso amarti
sarebbe come spezzare
questo filo
che tiene sospesi
noi acrobati dell'amore
sopra l'infinito.
Due astri
così uguali e contrapposti
che si consegnano l'uno all'altra
sotto lo stesso cielo
che cangia solo di colore
innamorato
di quella luce magica
che sprigionano i tuoi occhi.
Io il sole e tu la luna
ad infiammare l'orizzonte
della nostra passione
che piano spegne il giorno
mentre si accende il desiderio
sotto la calda
trapunta di stelle.

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Antonio Girardi  

Questo autore ha pubblicato 26 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

In questo stesso sabato pomeriggio

di luglio inoltrato

prona nel letto, penso

che stamattina guardando lo specchio

ho visto sì una donna col viso tirato,

ma anche tanti sogni negli occhi.

E mi ha sorriso.

Allungo il braccio sul lenzuolo umido

tra la veglia e il sonno, e ti sono

debitrice, nella serenità del tuo viso,

di quei baci per la strada… quelli

quando non si può, quando non si deve.

I più belli perché inaspettati.

Mi hai lasciato scivolare sulla schiena

il tuo sudore, là dove si è fermato spiove.

C’è ora pioggerellina, e iride sul mare.

Ho letto il tuo foglietto ed è stato il mio

allunaggio; non destarmi, sono stesa sulla luna.

Mentre mi reggo il mento con la mano ti guardo

muovere le mani sui tasti, e m’innamoro anch’io.

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: MastroPoeta  

Questo autore ha pubblicato 507 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

In questo sabato pomeriggio

di luglio inoltrato

supino nel letto, mentre penso

all’ultimo racconto che ho scritto

dai più poco apprezzato,

allungo il braccio sul lenzuolo

umido tra il sonno e la veglia

e nel ristoro del ventilatore inizio

a conversare con te senza spazio

tra le nostre bocche, con la tua maglia

da cuscino che profuma

di quell’educazione che ho nel baciarti

col permesso dei tuoi occhi.

Guardo il tuo viso che ti sta d’incanto,

ti sussurro sulle labbra e per distrarti

ti faccio il solletico con la mia barba

sfatta,  e scrivo su un foglietto

che un bacio deve peccare

di presunzione, fino

a credersi il primo per essere perfetto.

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: MastroPoeta  

Questo autore ha pubblicato 507 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Sono io... quella che ti pensa di notte
quando si sveglia e non ti trova accanto,
quando il tempo si ferma e la pelle suda,
quando la fame sale e non è di cibo,
quando una mano trema ma... sa ciò che vuole.
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Clorinda Borriello  

Questo autore ha pubblicato 281 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Se adesso tu
parlassi...
tesserei ricami
di parole mute;
il foglio bianco che attende.

Il sole riflesso abbaglia gli occhi miei
mentre l'inchiostro delle mie vene
arde di passione,
sentimenti taciuti,
stanchi di lottare per sopravvivere.

Vorrei accarezzare ancora
il tanto sognato Amore.
Vorrei sorridere ancora
nel nostro giardino d'infinito.

Or cammino solo, occhi spenti
in un sentiero privo di musica...
privo di colori che fino a ieri
hanno dato vita a magici scenari.
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Leonardo Ancona*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 01-06-2020

Questo autore ha pubblicato 39 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Bello,
Bello il volto
che rifletteva l'artificiosa luce 
Bello il volto
che rifletteva l"ombra dei monti,
Bello il volto incolore
senza luce nella notte 
Bello il volto forte delle sue forme
Belli gli occhi che riflettevano 
il sole appena tramontato,
Belli gli occhi ispidi
come un cespuglio di ortiche 
Belli i capelli
come innocenti filari,
Belli i capelli
come le cascate che gocciolano,
Belli i capelli
come il tuono che addormenta,
Belli i capelli
come una coperta che riscalda,
Bella la bocca
come il cibo che ingoia,
Bella la bocca di labbra armoniose, 
Bella la bocca
che può essere solo sensuale,
Bella la bocca
che non puoi sentire.
Belle le mani di cinque dita,
Belle le mani con i polpastrelli,
colline acerbe in un inverno crudo,
Belle le mani piccole e grandi 
Belle le mani dal tatto sensibile,
Belle le mani esperte e distese.
Bello il petto coperto da vesti,
Bello il petto che potevi immaginare,
Bello il petto impersonato,
Belle le gambe coperte dai jeans,
Belle le gambe scolpite dal tempo,
Belle le gambe vive come la luna.
Bello ciò che di più erotico
potevi pensare,
Bello ciò che potevi desiderare,
Bello ciò che hai amato
ma che non potevi amare.

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Giuseppe Trucchia  

Questo autore ha pubblicato 21 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

denuderò l’immagine della tua anima

il mio amore la rivestirà

sulla passerella della primavera

la irradierò con i profumi dei suoi prati

con i colori dell’arcobaleno

dipingerò i tuoi occhi di cristallo

avvolgerò il tuo corpo in strisce di luna

proteggendolo dalle tempeste, di paura e indecisione

sorriderò al soffio delle nostre vite

mano nella mano

accarezzati da aliti di vento

come aquiloni  voleremo sulle ali del tempo

i cuori si fonderanno

due corpi in uno

i sensi troveranno la pace

il giorno ci sveglierà abbracciati

nel labirinto del prima

il dopo mescolerà le carte

superando la barriera della disciplina

le condizioni non sono parole scritte

i sogni spariscono come fantasmi

l’amore non sente ragioni

arriva all’improvviso

ti stordisce, ti confonde

non  è mai certezza

in un attimo vola lontano

come foglia d’autunno

la paura non mi sorprenderà

accenderò  la melodia del cuore

le note girano come droga, ti danno sicurezza

voglio credere che ascolteremo insieme

le melodie dell’anima

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Alido Ramacciani  

Questo autore ha pubblicato 13 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
La tua pelle dorata
trasuda nel respiro
rugiada cristallina.

I tuoi occhi schiusi,
raccolti sono, nella fiaba
del nostro attimo inatteso.

Vibrazioni forti
percorrono liberi
le caldi curve
più sconsiderate del tuo corpo.

Il corpo, dal momento, reso fragile
dai pensieri raccolti
all’ombra dell’imperfetto
sapere di noi.

Tuonano i tuoi sospiri
d’infuocata passione
nel mio respirarti
dimorante nella tua carne,
incidono il nostro legame.
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Leonardo Ancona*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 01-06-2020

Questo autore ha pubblicato 39 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.