Nel caldo spazio che mi accoglie
- vele sul muro in paziente attesa -
non conosco quasi più un agosto.
Ora che il sole sembra stanco
e le primule giocano a nascondersi,
vorrei sentire il rumore della neve.
Qui nella mia città ghiacciata
tutti a guardare il bianco del cielo
per trovare un azzurro squarcio,
una risposta che arrivi da lontano,
un sorriso sulla bocca del futuro,
il rumore della neve come segno.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Aurelio Zucchi*   Sostenitore del Club Poetico dal 04-03-2020

Questo autore ha pubblicato 313 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Michelina*
+1 # Michelina* 02-01-2019 19:22
Molto bella, il gelo dell'inverno ci fa essere tristi.
Henry Lee*
+1 # Henry Lee* 04-01-2019 08:34
Nella neve c'è purezza, ma è l'azzurro che vorremmo, lassù e quaggiù, nei nostri pensieri. Bellissima come tutte le tue... un abbraccio. HL.
fintipa2
+1 # fintipa2 05-01-2019 09:22
Ciao Aurelio, una buona poesia secondo me, giocata sul contrasto caldo \freddo dove il primo rappresenta il mondo nei suoi temi fondamentali come guerre, riscaldamento globale, inquinamento etc. che stanno ammazzando il pianeta e riducendo le comunità a pochi lottatori estremi in nome della volontà di potenza più grande, dove dunque non sono ammesse tregue, distrazioni agostiane mentre il freddo è quello che tutti agognano cioè un momento di riflessione su noi stessi e sui destini del mondo. In questo contesto , il segno che ci viene dato dalla neve è quello del silenzio, necessario per riprendere in mano la situazione e continuare a sperare in un sorriso di speranza sulla bocca.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.