Abbassiamo le barriere,
sfondiamo muri
e caliamo i cieli fino a toccarli
fino a sfiorare la percezione
di ogni più piccolo pensiero.

Fermiamo le stelle,
fermiamoci noi.
È Natale...
regaliamoci a noi stessi,
perché siamo il dono
più importante.

Auguri a chi c'è,
a chi non c'è,
a chi non ne può più,
a chi è stanco,
a chi piacciono le lucine,
a chi invece le spegne,
a chi sorride,
a chi piange.

Buon Natale a chi non c'è più...
da loro arriverà la cometa
per portare in dono a tutti i
nostri Angeli,
i nostri pensieri,
i nostri cuori
e le nostre parole d'amore.

Abbracciamo chi c'è ancora
e guardiamoli negli occhi,
mostriamo il nostro "voler bene"
e diciamolo anche.
Perché... se pur è ormai una festa
che non tutti apprezzano,
non c'è nulla da fare,
la si percepisce comunque nell'aria.

Quindi Volente,
o Dolente,
o Piangente,
o Sorridente,
accettate anche i miei
auguri più sinceri;
Buon Natale

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Clorinda Borriello  

Questo autore ha pubblicato 226 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.