Sopravvivevo senza e te vedè
nun saccio quanta vote domandavo e te,
e quanno 'e risposte nun arrivavano cchiù
pregavo e te vedè, annanzo a stu Gesù.

Ogni matina, quanno glievo a' scola,
vulevo a te vicino, almeno pe' na' parola,
mentre s'astrigneve o' core sulo a guardà
tutt' l'ati criature nzieme cu l'ati papà.

Me so fatto gruosso, so' crisciuto senz'e te...
chiuso dinto a 'na libertà ca nun tenivo tu.
Mo ca saccio a verità, io riesco a te capì
voglio accummincià sta vita senza cchiù suffrì.

Mane e mane io, tu e mammà...
ce pigliamme a gioia ca ci'spettav già,
facenno 'e sacrifici senza mai ce lassà
pe' chesta strada nova... ca mo' amma affruntà.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Clorinda Borriello  

Questo autore ha pubblicato 287 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.