Di che Natale moriremo
spina, stella, veleno
Quale Dio scenderà sulla terra
luce, cuore, sostanza
Ho visto Angeli strisciare nella melma
Santi elemosinare una carezza
Ho visto città addobbate a festa
e lacrime condensate
sui vetri della mia finestra
Ho sentito spari di campane
urla di bambini sulle strade
malati di gioia e d'amore
e vecchi seduti ad aspettare
il Do minore, l'alba, il candore
E' forse questa la magia del Natale?
E' questa l'atmosfera
il caldo, la gioia, la nenia?
Se oggi il cielo si colorerà di rosa
questo nero che offusca il mio cuore
volerà oltre l'immaginario
e sarà un altro scenario
dipinto nell'anima di chi crede ancora.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Demetrio Amaddeo*   Sostenitore del Club Poetico dal 18-11-2020

Questo autore ha pubblicato 273 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

nabrunindu
+2 # nabrunindu 20-12-2014 17:27
eh non c'è niente da aggiungere, è proprio bella!
Alberto Automa*
+1 # Alberto Automa* 20-12-2014 18:35
...che dire...splendid e stelle? ;-)
paolo di cristofaro
+1 # paolo di cristofaro 20-12-2014 22:45
la magia di questi versi!!! bellissima!

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.