Paura di smarrirmi nel non detto

col rischio di sentirmi vuoto.

Sarà per questo che un po’ mi illudo

e poco umilmente di lì a poco

chiamo poesia una smania,

la voglia d’individuar parole

che sono da salvare all’istante

e all’istante dar loro chiara voce

al canto o al pianto del cuore.

 

 

 

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Aurelio Zucchi*   Sostenitore del Club Poetico dal 04-03-2020

Questo autore ha pubblicato 372 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Giò*
# Giò* 12-02-2021 17:54
Ma pensa! Capita anche a me!
E che cos'è la smania che prende di dire, di trovare parole che dipingano emozioni, che dicano di un cuore... se non poesia!
Ciao...^.^
barbara tascone
# barbara tascone 12-02-2021 17:56
E sono parole...che accarezzano l'anima!! Bellissima, ciao Aurelio
Ibla*
# Ibla* 13-02-2021 18:42
Molto più breve del tuo solito, ma anche molto espressiva.
Mi è piaciuta moltissimo.
Un caro saluto da Ibla.
Aurelio Zucchi*
# Aurelio Zucchi* 14-02-2021 14:31
Ringrazio Giò, Barbara e Ibla per i gentili riscontri!
Morgana*
# Morgana* 14-02-2021 19:32
Acuta e sentita... Si tante volte le parole devono uscir dal cuore e
pensi che sia poesia...
Licia
# Licia 18-02-2021 11:18
Io vedo la poesia come un travaglio che parte da un seme nella mente o nell'anima sotto forma di bisogno di produrre un frutto che alla fine arriva e produce bellezza e comunicazione.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.