Mi aggiorni sulle ultime? Oggi non sono connesso

me stesso è intento a vagare per le vie dell’occulto.

Tutto uguale, un pedofilo scrivono s’è impiccato

dopo vent’anni d’onorata carriera, una miss sfigurata

dall’acido, un figlio che fa fuori i genitori

qualche attentato qui e là, focolai di guerra

e la terra che sta scomparendo dall’orizzonte

delle galassie. E io con la testa in Aspromonte

fatico a seguire, ho visto dei fiori di serra

e radici di spose interrotte, la neve fuori

dalle rotte consuete, poi una nota stonata

nella canzone perfetta e numeri al quadrato

nel terno al lotto, persino il colore nero del lutto

e un fiotto di sangue su un tronco di cipresso.



E dimmi chi sta facendo qualcosa? I deputati

girano con gli scontrini dello zucchero filato, il cane

è ammaestrato per dire messa, l’attrice con la sottana

è rintanata nella sua tana, il sindaco in rosa

fa la cresta agli elettori, il prodotto non cambia

invertendo i fattori, i controllori e i controllati

fanno sesso nel fosso, l’ideologo della scienza

imperfetta e del tramonto dei soli è deceduto, l’astinenza

da cibo può essere interrotta nottetempo con strati

di gelato alla panna. Chi è arrivato dalla Colombia

è finito in prigione, era il presidente e la cosa

non è passata sotto silenzio. L’Oscar andrà a una puttana

e il Nobel a un cantastorie, il leader trovato nell’androne

del convento con la modella è finito nella lista dei deportati.



E dimmi che ne sarà di tutti? Dei matti e dei sani

virtuose e puttane, farabutti e sacrestani, figli dei fiori

in avanzato stato di decomposizione e capi di Stato

imbalsamati nel ghiaccio. Se non c’è un destino scritto

il primo che si sveglia può cambiare lo spartito

dell’ordito con un gesto. Dio dicono s’è trasferito

ha traslocato in un’altra nebulosa, la segretaria

è stata licenziata senza giusta causa, sarà avversaria

nel processo intentato dai difensori del diritto

all’onnipotente. Lo vedi quel comico fallito

quello degli insetti? Col suo ultimo compare e guitto

è partito per la Thailandia, in segreto ha tramato

per il colpo di Stato dei trafficanti di cocaina e dei cuori

divisi da un accento. C’è uno spettro in giro: è il domani.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: mybackpages  

Questo autore ha pubblicato 326 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.