aride le tue labbra
sulle mie
caldo il tuo palmo
che attraversa me
pioggia al balcone
profumo di viole
occhi negli occhi
ed io ignaro
ricamo parole mai dette
tra il tuo sorriso
e il piacere
ed intanto l'alba
ci riga la stanza
e tu di fretta
saluti e torni da lui
mentre 
lasci le tue cose qui
torni mentre te ne vai

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: fgl  

Questo autore ha pubblicato 269 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Sir Morris*
+1 # Sir Morris* 26-01-2016 15:31
Bella!
Vera Lezzi
+1 # Vera Lezzi 26-01-2016 16:47
Perfino l'amore, il sentimento più bello che esista, è non di rado bugiardo...In questi casi, c'è ben poco da riflettere: andrebbe liquidato subito!!!Giusto per non sentirsi come un mezzo di trasporto ospitante chi ...viene e va...va e viene.
Mi sembra d'altronde che, anche senza dirlo esplicitamente, la tua poesia proprio questa amarezza voglia esprimere...E lo fa con parole e pennello!
Bronson
+1 # Bronson 26-01-2016 17:15
Delicatamente espressa.Non nasconde però ombre di disaggio e insofferenza.Br avo,ciao
Giò
+1 # Giò 26-01-2016 20:33
Amara, si, ma piena di desiderio, letto tra le righe.
Complimenti!... Ciao...
Rocco Michele LETTINI
+1 # Rocco Michele LETTINI 27-01-2016 06:56
Indifferenza in amore in una esplicita quanto espressiva poesia. Serena giornata.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.