L'abbandono che si offre alla notte
è il rifugio delle parole sopite,
uno spiraglio di luce giocosa.

Non più sognatore...

Rileggo gli ansimi
del cuore che s'attarda a vantare
tenui battaglie, sofferenze mai gridate
oltre le sbarre che sanno piegarsi.

Accendo il chiarore di semplici parole,
le includo tra pagine indifferenti,
le ripongo dove eco di voci non giunge.

Non più sognatore...

Illudo i battiti
del mio cuore...s'agita tra le pieghe
di un sorriso che accetta remissione.

Si protende a schernire gli amanti
ricade stordito di vanità.

Gli amori e gli amanti credono
non soffrono che per se stessi,
ridono di allegre vanterie.

Dormono senza ritrosie o pentimenti.

Non più sognatore... 

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Libero  

Questo autore ha pubblicato 122 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.