Sul solco di colmatura
lo sfregio delle voglie
sanguina come gelsi
dove allunghi la mano
dove bruci il talento

siffatti cori di parole
saggiano l'aria
rubiconda di malia
colmano la dovizia
di anice stellato

un profumo sugoso
è su labbra di viole
gonfie di serica virtù
sul solco di colmatura
il consenso dei piaceri. 

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Libero  

Questo autore ha pubblicato 122 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.