Piccoli fiori bianchi
timidi guardano il cielo
Il verde avvolge,
tenue il sole.
Tutto uguale,
tutto diverso.
Tempo fermo
inchiodato
In giorni statici.
È primavera,
sembra dire
il vento leggero,
è primavera.
Lontane le voci,
le risate,
le giornate spensierate.
Dalla finestra
il mondo rimpianto
dalla finestra la
voglia di correre.
Ci avrà fatto bene
stare con noi stessi?
ci avrà insegnato
ad essere più umani?
La speranza è grande
come grande è la
voglia di assorbire
una nuova primavera.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Michelina*   Sostenitrice del Club Poetico dal 10-03-2020

Questo autore ha pubblicato 197 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.