Giocano al vento
le spighe giallo grano
al tramonto
io e te
con l'ansia mia di volerti
nella tua poesia
voci di bambini
fischia il treno sulla litoranea
con l'età mia
stai volando via
il tuo sorriso lieve
l'accenno di un si
alla sera tu
eri gia mia
fuochi sulla spiaggia
occhi nuovi con i miei
tra la gente noi
non ci cercammo più
cantai a te mille poesie
tra le  cinque corde le mie mani
le tue
eri abbracciata a lui
mentre ardeva il fuoco
la notte svaniva
te ne andavi tu...
senza un sorriso senza salutare
senza mai guardarmi
venne l'alba  ma non cancellai
il ricordo tuo...

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: fgl  

Questo autore ha pubblicato 269 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Eleonora Carullo
+1 # Eleonora Carullo 20-02-2016 20:35
Meraviglioso quel IO E TE , bella poesia i ricordi il tuo ,rimane per sempre dentro il cuore uno scrigno custodito dentro l'anima
serena notte
Sir Morris*
+1 # Sir Morris* 21-02-2016 10:45
Una bella poesia da assaporare pian piano! Bravo!
Rocco Michele LETTINI
+1 # Rocco Michele LETTINI 21-02-2016 12:48
ESPLICITA NELLA SUA CHIARA SEQUELA TRASMESSA... CON NOBILTA' D'ANIMO E IN PURI SENTIMENTI. LIETA DOMENICA.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.