Ancora cammini con gli occhi avidi del mio respiro

ombra sul collo divori la mia speranza

ricordandomi la tua presenza in ogni dove

nonostante i nascondigli in cui ti infili

belva silente in attesa della preda

Il tuo regno ha un trono d'ossa 

e fiumi di sangue in cui ti specchi

la tua  vanità tramortisce ogni umiltà

ferisce la mia umana fragilità

annichilisce la mia esistenza di cui tu

crudele serva della fine ti prendi gioco...





“ Prendermi gioco? Pensi che ami scherzare?

Non sono la fine e nemmeno il tempo,

non prendo io le decisioni. E non sono mie

tutte le colpe, cosa posso farci se un pazzo

si fa saltare in aria massacrando innocenti?

O se un presidente in stato d’ubriachezza

scatena l’inferno dal cielo su una città

di gente inerme? E’ uno sporco lavoro

a volte mi piace, come quando raccolgo

le ultime confessioni di un’artista

altre un po’ meno, quando mi tocca

guardare nell’abisso del cuore dell’uomo.

Vedi di me l’astratto e mi maledici, sono l’eterno

che sogni, ma pensaci un attimo, è ciò che vuoi

davvero? Nel mio trono di ossa c’è il dubbio

e il nucleo di ogni percorso di tolleranza.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: mybackpages  

Questo autore ha pubblicato 326 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

mybackpages
+1 # mybackpages 08-05-2017 08:34
E' la prima collaborazione con Sabyr e ovviamente spero che non sia l'ultima. L'argomento scelto è quello della morte e la scrittura va intesa come l'espressione di due voci diverse sulla stessa questione. La prima strofa è quella di Sabyr, è mia invece, la seconda.
Henry Lee*
+1 # Henry Lee* 08-05-2017 13:36
Sembra quasi esserci un atto d'accusa verso la morte e la morte stessa che tenta una discolpa, mi piace questo intreccio un po' dark ed un po' satirico di due menti, le vostre, che dimostrano sempre una categoria a cui appartengono che è altissima e quasi irraggiungibile . Siete bravissimi!!! HL.
Giancarlo Gravili*
+1 # Giancarlo Gravili* 08-05-2017 14:04
Un aggredire la vita che risulta poi umanissimo nella sua realtà. Una realtà su cui incombe l'ombra impossibile da governare secondo il proprio indirizzo, un' ombra che fa parte di noi, un' ombra che è sopra di noi e forse in un certo senso ci guida.
Molto bella questa opera.
Marinella Brandinali
+1 # Marinella Brandinali 08-05-2017 16:55
La morte come meta finale ...forse e' l'inizio di un altro modo di non vivere ...fa molto riflettere ma nonostante l'argomento la trovo veramente bella ...bravi entrambi conplimenti
Hera
+1 # Hera 08-05-2017 22:24
Il tema scelto è abbastanza difficile da trattare ed esporlo in versi.
Ma vedo con piacerr che siete riusciti a far fuggire la morte a gambe levate, o comunque a farla riflettere attentamente..
.............Il talento di entrambi è indiscutibile, senza ombra di dubbio......... ....un abbraccio. Davvero interessante!
Rita Stanzione*
+1 # Rita Stanzione* 09-05-2017 00:12
Un'ottima fusione in questo dialogo, che ci fa riflettere. La morte non ha tutti i torti. Complimenti a entrambi!
Sara Cristofori
+1 # Sara Cristofori 09-05-2017 09:06
Ecellente l'idea dei due interlocurori, bravi! :)
Grace D
+1 # Grace D 09-05-2017 09:23
Sembra la struttura di un'opera teatrale questo testo, molto interessante alla lettura. Complimenti ad ambedue!
Sabyr
+1 # Sabyr 09-05-2017 22:36
Grazie da parte mia. Anche io spero di ripetere questa bella esperienza con un autore che mi piace per la versatilità e l'originalità :-)

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.