Quanto è turgida la mia anima

da che indugiasti su quelle ali

che tornarono a volare sull'inchiostro.

Quel nero rivolo che gocciola

sul foglio si anima di vita e respira

mentre ti muovi, donna d’alabastro,

tra le colonne, le traverse sulla scacchiera

dei miei righi in ogni direzione.

Un barlume fievole sulla mia penna, luce

che tituba quasi attrae, commossa

è la visione nella tua mente di me mentre

scrivo… che basta guardare l’alba che piove,

densa come una mancanza per asserire che

siamo circondati da angeli di carne e di ossa.

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: MastroPoeta  

Questo autore ha pubblicato 503 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Passato il tempo
del mordi e fuggi, 
tutto va a rilento 
in questi giorni 
di isolamento. 


Sorridimi ancora, 
lascia le tue paure
su sofà bistrattati, 
ti sentirai più 
forte. 

Sorridimi ancora
sotto mascherine 
colorate, il corpo
in attesa di baci....
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Morgana  

Questo autore ha pubblicato 144 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Avevo muscoli
fatti di rami
e radici

E avevo parole
per quel che
taci

Danzavo
amministrando
stili

Con la grazia del cigno
in un vorticoso andare

Col grande pregio
castello e
poi regno
del più grande spregio

Nel dileguo costante
dell'allegro andante

Ho recato doni
a statue
in perenne
afasia

Equivocando
la materia
Confondendo
la magia

Avevo muscoli
fatti di fibre
e atlantiche stanchezze

Tenendo i fili
dell'azzardo del destino
che sposta il cielo

Dipingendolo più vicino
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Elisabetta Pedata Grassia  

Questo autore ha pubblicato 1 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Dolce fanciullo chino sull'erba,
verdi cespugli rapivano il tuo sguardo 
non ancora offuscato dalla tragedia degli anni;

schivo della speranza che ancora 
non ti era indispensabile,
di quegli inutili, farseschi momenti 
di cui non potrò più privarmi.

La libertà è l'eccitante fulcro della tua vita,
dei tuoi grandi pensieri 
che sfuggono alla nostra anormalita'.

Vorrei vivere come te,
dolce fanciullo,
vorrei calare la maschera che mistifica il mio pensiero 
che copre il mio vero corpo,
che nasconde il mio vero essere.

Eppure è solo dietro di essa 
che carpisco gli ultimi sibili di speranza 
gli unici cenni esasperati che mi permettono di sopravvivere.

Dietro le tue intelligenti urla,
gemiti sordi e violenti 
il tuo muoverti incomprensibile,
nulla deve essere nominato.

Vorrei strisciare sull'erba e sporcarmi di verde,
fare pipi' sulle mura del castello,
sputare in faccia a tutti il cibo che vogliono farmi mangiare 
e che io non voglio.

Vorrei immergermi nella tua infantile voglia di vivere 
nella tua sincerità né pacchiana né teatrale,

vorrei essere un fanciullo come te 
umile filosofo, piccolo sapiente.
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Giuseppe Trucchia  

Questo autore ha pubblicato 20 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.





Furono attimi a sfiorar pensiero

ove perdei l'emisfero quel vortice

di assenze ad incontrar presenze.

Attimi statici e vagabondi,

estensione d'immemore

passaggi esistenziali.

Attimi parlanti in

solitarie armonie,

musiche assordanti

senza intonar canzoni,

parole dette e ripetute in

discorsi attoniti e frangenti rime.

Furon sensazioni a deragliar strada e

sensazioni a portar sul solito sentiero.

Ah furono e pensai che durassero una vita,

ma han svilito i colori, son fuggite

il tempo è stato duro e

temprato di ragioni ove

ad attimi fluenti ivi sorrisi!

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Adele Vincenti  

Questo autore ha pubblicato 68 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Mi sono sentito sempre al sicuro

in una stanza in disordine piena

di fogli che s’agitano alla brezza e matite,

fin quando mi sono accorto

che tutte le cose più importanti

della mia vita si sono intristite

o rotte senza far mai lo stesso rumore.

Ora osservo il silenzio…

Mi hai insegnato che è una fuga

verso un luogo che solo tu conosci, dove

rimetti ordine ai miei giorni rappezzandoli

con la stanchezza di ogni tua ruga.

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: MastroPoeta  

Questo autore ha pubblicato 503 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Non sono un pittore.
Chiamatemi scrivente, se volete,
ma è da un po’ che sto tracciando
fattezze non del tutto sconosciute.

Col nero della mina
ottengo luci ed ombre del suo volto
e vado ad affinarne l’espressione
per riprodurla come io la sento.

Al fin manca qualcosa,
l’impronta d’una tinta più adatta
a farmela vedere nel momento
in cui mi assale senza darmi tregua.

Stenderò un colore
diverso dall'azzurro dei poeti,
dal verde di speranze ingannatrici,
dal bianco delle notti pur amiche.

Donna Malinconia,
se ancor così nel cuore mio indugia,
non mi ritroverà impreparato.
In un baleno io la individuerò.

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Aurelio Zucchi*   Sostenitore del Club Poetico dal 04-03-2020

Questo autore ha pubblicato 288 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Chi non sa volare non vivrà mai di emozioni. È l'esegesi sfrenata del nostro inconscio saper volare. A bocca aperta ed a occhi chiusi. Vi è il frastuono delle Rondini e dei pettirossi che solcano i cieli. Io vivo in riva alla città. Sulla sponda terrena di un mondo solo. Vi è in me, non l'io. Ma il me stesso. Varco la soglia oltre me stesso. Ritrovo il mio io. Illuminato. Illimitato. Non a Buon mercato. Silente trasfiguro tra nuvole e pozzanghere. Alludo per illusione a superare Il superato per diventare insuperabile. Chi non sa volare vola a testa bassa. Chi sa volare non vola. Attraversa l'oceano. Lo Spirito del Saint Louis e di Charles Lindbergh è presenza. Amico fragile mi ritrovo. Si. Fragile come le montagne scavate a valle. E nello strano sole dell'ora legale, illegalmente mi travesto da me stesso. Da io. Da ciò che non sono pur esendo. Non basta essere santi per vedere la Madonna. Non basta essere Madonne per vedere l'io. Il me stesso. L'indefinibile. Il definito è per pochi, il definitivo per tutti. L'indefinibile per l'io. Per il me stesso. Assenza in assenzio di materiale dogmatico. Ed ecco che inventano Dio. Ed è Dio che inventa gli uomini. Ma l'essere animato ( fatto d'anima) ad ogni fine, ricomincia. E ricomincia dalla fine. Rinasce. Rinasce dal corpo, il corpo mutante. È l'anima che non cambia. Ma emigra. S'impone, s'impossessa del possessore che crede di possedere l'anima. Ma non la possiede. Chi vola non sa volare. Chi non sa volare vola negli abissi. Chi sa nuotare nuota tra il cielo. E nel cielo. Buona vita. Buona rinascita ❤
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Fausto Longo  

Questo autore ha pubblicato 13 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Apparenze
si affievoliscono.
Cerco il tuo sorriso
per far brillare questa giornata
e poter credere ancora
nel potere dell'amore,
nel potere della poesia,
e sognare ancora
Oltre le prove
e resistere
alle tempeste dell'ispirazione
e piangere
senza sapere
il dolore
e la gioia dell'amore.
Liberi di guardare l'alba
dietro un cielo azzurro
che sa di tristezza
nell'immenso cielo silenzioso
sfuma l'orizzonte
ondeggiano si inseguono
le nuvole
arrivando
come il deserto
nella vita.
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Silvana Montarello*   Socia sostenitrice del Club Poetico dal 30-04-2013

Questo autore ha pubblicato 781 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Gioventù

I vecchi tempi,

non tornano,

i bei tempi,

quando il sole di maggio,

ti carezzava la pelle,

quando sentivi odore di mare

e sale,

e passeggiavi nel lungo mare,

gioventù.

Tanti ricordi

Corpo sano

Mente tranquilla,

adesso invece sei canuto

e incazzato,

gioventù che non ritorni da me,

non ritorni.

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: stefano medel  

Questo autore ha pubblicato 234 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Nacque,
un casolare isolato

Tacque,
l’isolato,
solare,
desolato 

Senza tetto, con un letto, sopraffatto, un fiato

Due gemiti, tre presbiti, un muto permutato
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Ruben Londero  

Questo autore ha pubblicato 22 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Girarsi tra lenzuola, 
il sonno che non arriva, 
pensieri tormentati 
si rincorrono. 

Lunga è la notte, 
qui,
sola senza te, 
lontano.

Anche le stelle 
sembrano più remote, 
ma la speranza sta
nascosta, 
da qualche parte...
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Morgana  

Questo autore ha pubblicato 144 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Ordine disordinato 
Tutto sommato 
Ecco: sono io. 
Oltre l'uomo innalzato 
Oltre il cielo abissato 
Io s'ignore  di me m'ignoro 
Esisto nel non esistere 
In questo ordine 
Disordinato
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Fausto Longo  

Questo autore ha pubblicato 13 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
È  di questo mondo 
Il mio incedere statico 
Ed è di questo  tempo 
Il mio vivere ardendo 
A tratti disegno i cieli 
A tratti ne sorseggio 
L'essenziale
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Fausto Longo  

Questo autore ha pubblicato 13 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Fioriva  il prato 
D'asfalto lì in riva alla città 
Mentre le onde spruzzavano zampilli d'acqua  nuova
Tutto sono stato
Niente divento 
Stringo i giorni 
Tra le mani
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Fausto Longo  

Questo autore ha pubblicato 13 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.