Non una voce.
E' un equilibrio nuovo
sulla via che segna il ponte,
una tensione delle braccia
ad esaudire il bisogno
che rinnova la colpa.
Non un bisticcio
di parole o gesti
misurati ma forti
sull'arco che s'affaccia
al tuffo di una vita.
Non un risucchio
di foglie colorate
tra uno stecco e l'altro
nel vortice delle parole
miste ad un saluto.
Non il sollievo...
L'amore innaturale
si volge al buio
e fa spazio singolare
a un bene da recupero,
la somma dei baci
che danno zero.
Non una sortita
del nemico paziente
infangato di noia
nel frastuono del ricordo.
E' un equilibrio nuovo,
disseminato di aculei
nell'attesa di tenere foglie.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Libero  

Questo autore ha pubblicato 138 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Ambra PILTI*
# Ambra PILTI* 27-12-2020 14:17
Un calderone ormai colmo in attesa di sfogo...attenzi one per chi arriva, anche se poco centra, sarà il prossimo capro espiatorio.
Ottima!
Turchese
# Turchese 30-12-2020 10:07
Nell'apparente silenzio germinano nuove voci, come le tenere foglie che in questa poesia danno il senso della speranza.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.