Un sospiro ansima in una folla d'emozione...
si muovono le cose, mi girano intorno
come oggetti volanti, frammenti di vita.
Non si muove il vento a portar via
le schegge di un calice da barattare
come uno scrigno che non si apre più.

E resta immobile la china sul foglio fermo
che in un solo scatto svanisce nel vuoto,
dove qualcuno, una volta, è apparso scalzo,
scatenando burrasche silenziose
ai margini di precipizi dove non ci si rialza.
Questo è il tormento di un poeta solitario.

Un tornado sconfitto durante il trapasso,
causa di un chiasso incancellabile
che fa rumore in mezzo a due o tre parole
buttate giù a strapiombo tra le malinconie,
e miriadi di lacrime mai asciugate in tempo
e che ancora una volta scrive tra le ferite.

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Clorinda Borriello  

Questo autore ha pubblicato 272 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

poesie profonde*
+3 # poesie profonde* 18-03-2020 13:29
Mi piace davvero molto il tuo stile ma soprattutto la tua capacità di saper trasmettere. Comunque, vera e molto sentita. Complimenti
Clorinda Borriello
+2 # Clorinda Borriello 19-03-2020 14:07
Sono le emozioni mie che vogliono uscire a tutti i costi, io le lascio come loro vogliono. Grazie di cuore :-)

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.