È stato un raggio di luna a dirmi di te
un vento di mare a portarmi 
il tuo profumo di donna inquieta
un brillio di stelle sfocate 
ad annebbiare i luoghi della memoria.
 
Un'ombra di donna mi ha cercato:
non ti ho riconosciuta, il tempo
ti ha cancellato il sorriso
sino a darti sguardi sfuggenti
voce sommessa e stonata.
 
Ho passeggiato con te sino al mare
mano nella mano, nella quiete, 
nella solitudine dell'alba sbiadita, 
il sole negli occhi,  la sabbia tra le dita,
non è stato l'inizio, ma il commiato.
 
Ho sentito il tuo cuore, il fiato 
ti ho preso, il tuo silenzio è stato mio:
poi hai seguito i gabbiani in volo,
l'orizzonte ci ha diviso, tu sei stata notte
quando il sole era luce che abbaglia.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: mybackpages  

Questo autore ha pubblicato 326 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.