Hai svestito la giornata
di abitudine,
lasciando alla leggerezza
un'aria di vuoto.
Resta il bisogno
di una breve solitudine.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: MastroPoeta  

Questo autore ha pubblicato 520 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
E se ti manca la sua presenza
cercala, nelle persone conosciute 
che hanno sorriso dei suoi sorrisi
trovando serenità nelle sue parole...
Lo vedono ancora,dietro quella famosa curva
a intrattener di feste gli angeli
perché è ancora lì, tra gli oleandri rosa
lungo le strade assolate del suo (a)mare infinito.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Mark  

Questo autore ha pubblicato 27 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Incerta tremante mano
fragile l'incedere tuo 
come una rosa i cui indifferenti petali
attendono di essere recisi

in questa stagione gelidi quasi vitrei si frantumano le tue esili ali
un candido foglio si tinge di scarlatto e nero di seppia
morte ed amore

Cosi la vita tua si intesse, o povero, o ingenuo, o poeta
o padre.

Nel gelo di questo inverno stingono e raggrumano,
si sospendono come in una eterna teca
le tinte nella morte tua.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Amalia  

Questo autore ha pubblicato 43 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

  
Nel tempo che sarà,
barcone da dismessa
al rientro in porto sarò
e tu sul molo, col consueto
villano manifestarti,
m’accoglierai in requiem.
Non potrò, lo so,
fare come il re d’Itaca,
che alla seduzione di Ligea
e delle sorelle s’oppose;
alla tua, ancor più  sibillina,
no non si può dir, femme fatal,
se pur scarnita.
Nel tardo gradito, che sarà,
svelati gnuda
del paramento corvino
e disarmata della mietitrice
con cui t’accompagni ed io
traghettar mi farò
pacifico ove i colori assenti son,
non prima però
che il mio verbo, l’abbraccio
al terreno mondo, affidato avrò
a chi sarà in quel tempo giunto,
a chi no sarà giunto il tramontar
e a chi giunger ancor dovrà.
Tra viali cipressati
i miei versi declamerò,
fin la Somma ara…

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Vincenzo Patierno  

Questo autore ha pubblicato 13 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Si allontanano i giorni fitti
delle corse sulla riva,
dei calici tra le dita,
delle risate improvvise,
dei discorsi leggeri
sul gusto della vita

L'estate arretra
al suo cospetto,
il sole tremulo
si vela oltre la nebbia
cedendo il passo alla rugiada
che bagna impertinente
gli orli dei calzoni

Autunno pensieroso
riposa dagli affanni,
è l'assopirsi lento,
è il ponte dei tempi
tra ricordi e desideri.

Gli alberi allargano
le loro braccia al cielo,
accolgono la pioggia,
consegnano alla madre
le loro proprie foglie
cangianti e silenziose


Escursioni in autunno: lo spettacolo del foliage tra le valli e i monti del  Piemonte | Ohga!


1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Manuele  

Questo autore ha pubblicato 29 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Quel campo di grano fu culla pungente d'amore. Amanti oppiati dallo strofinìo dei papaveri in fiore, sui corpi bagnati essenze d'umore, mormorii germogli nel cuore che d'impeto aprivan radici d'unanime ardore... ma
inconsapevoli figli d'un destino crudele. Troppo presto, la morte... l'anima spogliò del suo candore e lesto il dolore assottigliò come puntali di cristallo le lacrime trafiggendone il cuore. Lancinante... "restare", sola a sgranare i sogni racchiusi nei sottili involucri dorati,sentimenti, soffocati dal respiro che ti dava la vita.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Pietrina Lorito*   Sostenitrice del Club Poetico dal 20-11-2020

Questo autore ha pubblicato 33 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Sei un pensiero 
in questi giorni che passano
nel chiedermi di quanto amore
mi hai amato e non ho compreso.

Resti un lieve sentire 
nelle mie notti insonni, 
lì dove l’affanno
rammenda colpe mai raccontate,
lì dove il sonno sfugge al bagliore 
d’un lampione che trema
come quelle bandiere poste 
sulle aste di lidi vuoti e deserti 
che attendono il pullularsi dei corpi 
sull’arsa sabbia di Agosto...

Di te, quanto amore ancora resta,
come fiamma d’una candela mai spenta,
in quel chiedermi dove sei, come stai...

Quanto amore resta 
in questo strappo inatteso,
che a scatti mi pungola 
e mi commuove le parole...
amareggiando un pianto
che non riesco a fermare.

Saprei lasciarti andare 
se di questo amore fosse tutto un sogno. 
Se di questo avanzare della malinconia 
sapessi amarne l’amarezza.

Se dei tuoi vestiti 
potessi indossarne e rubarne
il coraggio che portavi avvinghiata all’anima.

Quanto amore ancora resta chiuso
in una valigia rossa mai usata.
Dentro collane mai indossate.
Quanto amore ancora respiro di te...
aprendo la finestra, ed è inverno nel cuore. 

Ti Amo!
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Salvo Learco Angrisani  

Questo autore ha pubblicato 3 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
L'aria fresca t'accarezzava il sorriso 
Fu il tempo a fermarsi davanti al tuo viso
Chissà se pensavi alla tua eterna estate 
O se inseguivi i sogni dall'altra parte della strada
Hai lasciato Luglio s metà  strada 
Ed ora corri la dove l'inverno si dice non c'è 
Quanti amici ritrovati 
E quanti ne aspetti
I fiori al balcone non li vedrai 
Colorati dai giorni di sole
Chissà se c'è inverno la dove sei adesso
O se corri al mare ogni giorno 
Chissà come vivi la dove sei adesso
Dove la neve non brucia le viole

Qui tutti si chiedono perché 
Se sei un Angelo o rinasci ancora
Chissà se l'autunno  arriva da te 
Ma forse è  eterna l'estate...
Chissà se c'è inverno la dove sei adesso 

Luglio ritorna ogni anno 
E i fiori colorano casa 
Il tuo sorriso che manca al mondo 
Ma l'inverno  non c'è la dove sei adesso
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Fausto Longo  

Questo autore ha pubblicato 13 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Sole bianco e stanco La mia mano
La mia mano carezzava il vento 
Il suo mantello li tra i miei vestiti nuovi
La sua falce appoggiata al muro
Noi abbracciati a far l'amore 
Lei così bella come neve al sole 
E sorridente il suo sguardo 
Mi chiedeva ancora ancora e ancora 
Di stringerla a me...
Venne poi la notte sulla città 
Lei si vestì in fretta se ne andò 
Non l'ho rivista  mai 
Mai più...
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Fausto Longo  

Questo autore ha pubblicato 13 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Eri sulla spiaggia,
non vedevi il mare,
non le onde, ma gli aquiloni
volare.
Eri lungo il marciapiede, tra le rughe
di una donna sola.
Nella mia lacrima che cola,
ma il cuore non ti sente,
non ti vede.
Eri nelle mani strette
dei due ragazzi volati dal tetto.
Speranza di vivere che
moriva.
Dove sei ora? Un solo pianto non mi desti,
ma il calore della tua vita che svaniva.
Vivi dentro di me.
Sono morta con te.
Doveva passare, almeno un po’.
Ma, lo so, è crudele dirlo,
a vincere è chi sopravvive.
E ora, che non ci sei più,
li guardo tutti e vedo che a respirare sono loro:
non tu.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Samuel Longo  

Questo autore ha pubblicato 16 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Soltanto due respiri
e il tuo corpo immobile
resta tra i sospiri...
La camicia ti rende nobile.

Pronto a nuova vita,
ci lasci impreparati...
Col rosario tra le dita,
gli occhi son celati...

Tra i fiumi si scopriva,
con la china in mano...
Se poteva ci stupiva,
dipingeva nel grano...

Ora se n'è andato,
per campi più leggeri...
Su una nuvola è balzato,
è caduto nei miei pensieri...
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Diego Crozzolin  

Questo autore ha pubblicato 72 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Morte, io saper non posso

quando via con te mi porterai

né fuggir da te io posso;

ma spero che tu terrai

da me ancor lontano il dolor

che purtroppo mi donerai.


Vecchio forse non diventerò

ma lieto io sarò

se anziano diventerò.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Alberto Berrone  

Questo autore ha pubblicato 39 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Alla finestra per  ritagliarsi una porzione di cielo, appoggiata con la testa china sul petto, ad annusare la brevità del tramonto, a ricacciare il fantasma della notte. Lei non odorava di lavanda, era rimasta sullo scialle che le copriva le spalle, un odore transitorio che non cercava.

Sollevò la  testa dai pensieri confusi, dai capelli color grano maturo, dai nastri di seta viola.

Guardò la luna compiacente, un sorriso sempre uguale di ruffiana interessata agli amori sulla terra, dischiuse le labbra e rantolò col bianco degli occhi in accordo col suo desiderio interiore .

La notte la cercava senza fretta, una mano a sorreggerle il mento, mentre avanzava, scavalcava, volava, planava senza il rossore che intimidisce e raggela.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Libero  

Questo autore ha pubblicato 122 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
C'è un'ombra tra noi,
ti ha afferrato ma non
è riuscita a prenderti.
Lottiamo assieme
tenacemente contro
LEI, facciamo che 
l'amore erga un muro,
di acciaio...
Vattene ombra!!
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Morgana  

Questo autore ha pubblicato 177 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
"La vita
dona all'uomo,
fra pianti e sorrisi,
un breve respiro,
presagio di morte,
che gli vien soffiato
come in sonno,
dalle gelide labbra
di colei che
tutto toglie."
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Il Viandante  

Questo autore ha pubblicato 31 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.