Tra le mani 
non ho che la tua assenza.
Siamo un po’, come me senza padre.
Nessuno che ci insegni,
e segni 
le nostre strade.
Burberi, sereni o perlomeno
sconosciuti 
all’uscita di scuola.
Accondiscendenti, esempi, 
ma presenti.
Io spettatore, sdraiato in un’ aiuola.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: MastroPoeta  

Questo autore ha pubblicato 524 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
47603.jpg
Prima dell’alba
respirerò l’ebbrezza
della valle dei morti,
abiterò nell’eterna casa
dove tutto tace e riposa
su lunghe distese di fiori rosa.
Lì, qualcuno mi aspetta
dove il silenzio amplifica
l’urlo del corpo che si sacrifica.
Vi giungerò in pace
e con animo forte
e sfiderò l’inganno della sorte
valicando in volo
il tempio della morte...
dove il corpo muore
e l’anima vive di eterno amore.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Vito Marco Giuseppe  

Questo autore ha pubblicato 117 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Ciao Amica carissima.

Il tempo ti chiese chi eri

e tu rispondesti.

Ciao ora che l'infinito ha risposto ai tuoi perché.

Ciao ora che sei gabbiano nell'azzurro

ora che l'azzurro è la tua casa,

ora che la luce colora i tuoi sogni.

Ciao per essere stata Sempre Vera.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Giancarlo Gravili  

Questo autore ha pubblicato 151 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Fui vento.

Fui monte

e venni verso l'uomo.

Fui d'argilla,

fui acqua e fango

e venni verso l'uomo

lasciando

solo

l'uomo.

Fui monte

quando l'uomo non fu uomo.

Divenni uomo all'alba del monte.

Ora anima,

ora fango.

Fummo uno

in un istante.

Distante fu l'uomo

che aveva voluto quell'istante

e ancor ora son vento

nel sussurro,

son voce nella valle

son carezza perduta

dove

Longarone silente dorme.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Giancarlo Gravili  

Questo autore ha pubblicato 151 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Tra rovi di spine,
piangesti,
mentre rose di sale
ingiallivano al tempo,
spogliandosi della vita.
La grazia attese
la pioggia 
che vide le foglie scivolare
dagli echi,
mentre un sudario avvolgeva
il silenzio
e le pieghe della tua fronte.


La luce cadde nel limbo,
e il tuo viso d'avorio
raggiunse il sonno.


1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Ryan  

Questo autore ha pubblicato 21 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Cielo grigio,
il tempo rallenta,
un allarme suona,
nel monitor una retta;

persone che corrono,
aprono la porta,
gridano comandi
e cercano di farmi ritornare;

ma qui è semplicemente più bello,
avrei solo voluto arrivarci prima,
prima che la malattia
deformasse il mio corpo,

lo paralizzasse;
prima che aumentassero le sofferenze
dell'anima.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Tommaso Alongi  

Questo autore ha pubblicato 14 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Un istante, calore e poi freddo;
dolore e poi pace;
vita e poi morte.

Un istante per decidere
se smettere di soffrire e ricominciare;
un istante per premere il grilletto,
con la canna rivolta verso
il punto in cui nasce il dolore.

Un istante per disegnare sul terreno
una fra le più belle rose rosse,
mentre si è stesi sul suolo freddo
con gli arti che cominciano a intorpidirsi.

E aspettare che arrivi quella con la falce
oppure sua sorella con il nostro cuore in mano.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Tommaso Alongi  

Questo autore ha pubblicato 14 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Non è lo stesso il buio

sulle lapidi bianche 

del nero che torce la schiena dei vivi

come diverso è il sole 

che muove i colori dell'erba 

tra le crepe dei marmi.

Occhi aperti dal tempo

vigilano croci spuntate 

e l'olezzo dei fiori

inchinati alla terra

nel lamento dei morti.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Diego Bello  

Questo autore ha pubblicato 110 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Sono arrivato sulla collinetta
illuminata dal tramonto,
mi sembra di esser a casa,
ma un amaro in bocca
mi vien a guardar il marmo; 
lo sfioro come una madre
farebbe col figlio.
 

Ed è caldo, come il suo sorriso, 
che riusciva a far convertire il peggior sentimento;
come quello che aveva quando era senza soffio,
che sembrava dormir beata,
tanto da far parere anche colei più dolce.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Tommaso Alongi  

Questo autore ha pubblicato 14 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Raggiunto il bosco è il cielo il suo riparo

azzurro ancora intatto brilla vivo

quando il respiro fa tremare un faro

e il sale brucia il sonno del sollievo.

Sente il sicuro lui, la furia spenta

nel fumo nero al letto di metallo

nel sangue del fratello al cimitero

di Castelrosso, al prato del pastore.

Poi il nero-solo-nero come il cielo

e come i guanti stretti sul bastone.

Nebbia che cade - punta di un macigno -

la madre che gli tira giù il cappello.

Lontano inverno, la carezza cede

al vento e buio il bacio che ha strozzato.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Diego Bello  

Questo autore ha pubblicato 110 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Oppure che vi dico:contiamo le finestre
e tutti gli uomini che piangono per un amore
e faremo sempre troppo presto per decidere di
sputtanare quei soliti giocolieri con le lacrime dentro
gli occhi e i pantaloni troppo stretti.

La cremina che t’ha fatto,il trucco che t’ha fatto,
il suo corpo è lontanissimo e non offende.

Il disprezzo scappa via con gli amici,
sorpassa il fiume e vomita,
le dita rosse di sangue buttate in gola
e la vodka che risale sul naso
fino a bruciare l’aria intorno.

L’umidità ti fa tremare,
la luce sfila tra i tagli delle case,
gli ultimi amanti ascoltano i rumori delle porte.

Lo sforzo di non toccarti la faccia per vedere se ora sei un uomo.
Ma poi piangi mentre Lui ti ascolta con il cappotto sopra il pigiama.


Qualcuno s’accosta ai muri mentre alcuni cambiano strada,
disteso parla col sangue ai cani che lo cercano e sospira
ancora d’amore irriconoscibile.


Ed è proprio perchè tutti ti conoscono che nessuno ti aiuta.
Ci vorrebbe proprio giusto uno che sia obbligato a farlo
con la sua bella divisa da poliziotto,vigile o becchino.

L’amore nasconde i vizi,
chiude gli occhi,
perdona gli amanti che non vogliono che si venga a sapere.

L’amore ti trascina sotto un muro dove non piove
e ti aspetta mentre muori con gli occhi aperti al padre del tuo assassino
che con una mano sulla bocca piange mormorando:

Non è successo niente.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Luciano  

Questo autore ha pubblicato 8 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
La luna non ha retto il graffio – stilla

di ghiaccio aguzzo d’ogni giorno.

 

Miseria-orgoglio

addensa fumo al piatto rotto.

 

Inciso resta l’urlo sulla soglia

di stracci

- come sparso

dall’onda che dispera.

 
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Diego Bello  

Questo autore ha pubblicato 110 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Di quando ti ho incontrata in uno specchio

e tu ammiccante mi hai strizzato l’occhio,

è ora hai detto

e io non ho capito.

Ancora a mezza sera mi hai cercata,

mentre distratta appena ti ho sfiorata,

dallo specchio in fine sei sbucata

a render vera e dura la partita.

Io ti ricordo,

sempre con me sei stata.

Silente ,spesso distante

e adesso sei arrivata,

ma rotto è lo specchio

e la strada sbarrata,

finita è la battaglia

 e ancora sei stata schiacciata.

Magro il bottino che ti porti indietro

Il tempo non è ancora di partire

Giochiamo ancora ai dadi la partita

ti sento al fianco mio sempre seduta

mi guardi dallo specchio

lo sguardo mio nel vuoto dei tuoi occhi.

Giochiamo ancora al gioco dei tarocchi

la notte è lunga,

 scandita è l’ora

da mille e più rintocchi,

ti guardo nello specchio

l’alba rosseggia e tu mai più mi tocchi.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Marina Lolli  

Questo autore ha pubblicato 106 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Quando aprii gli occhi,mi trovai in un luogo sconosciuto.
Il freddo e la paura mi facevano sentire inerme come un bimbo appena strisciato fuori dall'utero.
Afferrai una vecchia radice spezzata,mi rimisi in piedi,e possa Dio perdonare ciò che vidi.
Davanti a me Morte e Terra Bruciata.
In lontananza un tetro monumento,un antico castello,incastonanto in una più antica montagna;
Ed un lungo corteo che veniva fuori dalle mura come la lingua fuori dalle fauci della bestia.
"Il Re è Morto!"
Urlava qualcuno.
"Stanotte si danza!"
Una giovane dama,bianca come il celo vestito di nembi,
piangeva lacrime avvelenate per la sorte dell'uomo che aveva amato,
ma la notte ella danzò nel suo più bell'abito,
fino a farsi sanguinare i piedi.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Lozero  

Questo autore ha pubblicato 3 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Non che dalla morte
non sia turbato,
increscioso momento, lo penso,
ma non mi spaventa l'evento.

Non ti all'inizio del tubo,
nessun dubbio sull'accordo
ch'è stato preso in Alto loco

per quel che sarà la festa
per l'appunto d'un momento
- forse già ad altro starò pensando -

Tanto ti prima del tubo, invece
fosse pece sparsa per anni
con troppo, la serenità
diradata nei suoi sprazzi
per quel nero
tempesta quasi continua.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: ING BOWLING  

Questo autore ha pubblicato 400 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.