Poi un giorno, tutti, ci rendemmo conto che nel giro di 48 ci fu una grande evoluzione per una pandemia inaspettata. Praticamente, il giorno prima svolgevamo le nostre vite facendo di tutto ma... coi cellulari tra le mani, fino a farci incurvare le spalle e perdere tutto quello che ci circondava, fino a diventare superficiali per i social. Si mangiava pane e web. Il giorno dopo, a causa di una quarantena, scoprimmo il valore di un abbraccio, la pesantezza della solitudine, la mancanza di respirare all'aperto, l'emozione di guardare negli occhi e la voglia di vivere e amare ancora.  
Il social, durante la quarantena;
*aiutò a far passare il tempo a tanti,
*aiutò a capire cosa stesse succedendo nel mondo,
*aiutò molte persone a capire che quelli che erano dall'altra parte del vetro, nonostante la loro compagnia, non avrebbero mai potuto riempire i vuoti personali.
Fu questa clausura ad aprire gli occhi e la mente a molti... a far capire chi e cosa ci mancava realmente. Salvammo l'Italia servendoci proprio del web, lo usammo da tramite per invogliare le persone a non uscire di casa. Ma quando tutto finì, scendemmo per strada, ringraziandoci l'un l'altro, per non aver ucciso nonni e genitori. Festeggiammo con abbracci e sorrisi riscoprendo i valori veri, un mondo ripulito in parte dallo smog che ci aveva accompagnato negli ultimi anni. Posammo la tecnologia ed iniziammo una nuova vita fatta di realtà. Soddisfatti noi, di aver salvato tutto ciò che era salvabile. Fieri noi, del mondo in cui ancor oggi viviamo.

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Clorinda Borriello  

Questo autore ha pubblicato 272 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Kate
+3 # Kate 13-03-2020 21:46
Incoraggiante, piaciuta.
Clorinda Borriello
+2 # Clorinda Borriello 14-03-2020 12:23
Grazie Kate, sei gentilissima. Devo correggere alcuni punti, è scritta tutta di getto
Silvana Montarello*
# Silvana Montarello* 16-03-2020 16:44
Quando e se tutto questo finirà...ricord iamo di questi giorni, che ci hanno cambiato la vita, brava.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.